L’esofagite è una infiammazione acuta o cronica della mucosa dell’esofago. Rare cause di esofagite possono essere l’avvelenamento da sostanze caustiche, le infezioni micotiche (candidosi), virali e batteriche soprattutto nei pazienti immunodepressi, e la radioterapia che provoca come effetto collaterale appunto l’esofagite da raggi.

Ma la causa più frequente è la malattia da reflusso gastroesofageo dovuta all’incapacità dello sfintere inferiore dell’esofago di impedire il reflusso di succo gastrico, che svolge un’azione irritante e lesiva nei confronti della mucosa esofagea; si ha esofagite quando i meccanismi difensivi dell’esofago non sono più sufficienti a tamponare l’acidità del contenuto refluito dallo stomaco.

Altre cause di esofagite sono il Morbo di Crohn e l’esofagite ulcerativa idiopatica, l’esofagite erpetica, la stasi venosa cronica e gli agenti traumatici come l’intubazione.

La gastrite è un’infiammazione della mucosa gastrica, sono diverse le cause che portano a tale manifestazione e ne esistono innumerevoli tipi, suddivise nella maniera classica: gastriti acute e croniche.

Il colon irritabile è un disordine funzionale gastrointestinale caratterizzato da dolore addominale ed alterazione dell’attività intestinale in assenza di una specifica ed univoca patologia organica.

Le emorroidi sono dei cuscinetti di tessuto vascolare che giocano un importante ruolo nel mantenimento della continenza fecale. Sono un componente normale e fisiologico delle strutture del canale anale e sono composte da tessuto vascolare che contiene un alto numero di strutture artero-venose anostomizzate, da tessuto connettivo con un alto contenuto di fibre elastiche e collagene.

La ragade anale è un’ulcerazione lineare dell’ano, talvolta unica e solitaria, situata prevalentemente sulla linea mediana posteriore. Lunga alcuni millimetri, è situata al confine tra la linea pettinata e la cute dell’anoderma. La sua presenza causa dolorosi spasmi dello sfintere anale.

Il metodo Pnei System costituisce una strategia terapeutica innovativa, che parte dalla cura del “sintomo” per il quale il paziente si rivolge al medico pnei 4u con una terapia intesa in senso convenzionale (attraverso l’utilizzazione sia di terapie della medicina accademica che omotossicologia e terapie low dose) alla quale si accompagnano anche altri aspetti fondamentali per il ripristino della salute quali la nutrizione (alcalina e biologica) e l’attività fisica (ottimizzazione della postura, elemento chiave per la salute).

Ai pazienti vengono insegnate semplici ed innovative strategie di accesso a stati emozionali potenziati che gli consentono di mutare drasticamente gli stati psicologici negativi con benefiche ripercussioni sia sulla qualità di vita (affettività, lavoro, professione) che sulla fiducia nella possibilità di guarigione.